Lavorare on line viaggiando per il mondo - Sogno o realtà?

Buongiorno lettori.
Sono giorni particolari questi e tra le tante cose a cui penso spesso c'è un argomento che è uno dei più dibattuti in rete e anche nella vita di tutti i giorni: lavorare on line.
Quanti di noi sognano di cambiare lavoro, oppure di poter trovare un lavoro che siamo liberi di gestire in modo autonomo solo con l'uso di una connessione internet e quindi di poterlo fare da qualsiasi parte del mondo?
Beh, Wild at Heart, una youtuber molto famosa racconta la sua esperienza in questo video, su come abbia abbandonato la vita che aveva prima e come si è trasferita a Tokio facendo quello che le piace.


Per quando anche io faccia parte di quella schiera di sognatori penso che come in tutte le cose ci siano pro e contro. Se da una parte è elettrizzante poter scegliere il dove e il come, dall'altra c'è tutta una serie di fattori che è bene mettere in conto.
Prima di dare il via a tutto questo c'è bisogno di fermarsi e pensare a quello in cui siamo ferrati. Inutile prendere e mollare tutto senza sapere cosa sarà della nostra vita. Prima di ogni è giusto scegliere il campo che più ci compete, che sia fotografia, musica, o come nel mio caso letteratura.

La seconda cosa che è giusto considerare è che a tutti piacerebbe viaggiare per il mondo, ma l'errore da non fare è quello di lasciarsi prendere troppo e illudersi di essere in vacanza perenne. Spesso chi fa questo tipo di lavoro può dare l'illusione che sia facile e poco impegnativo. Questo non è così.

Nel mio caso, con La bancarella del libro, non dico quando lavoro di ricerca ci sia dietro alle recensioni che scrivo, al modo in cui scelgo le letture, a quanto debba tenermi aggiornato sulle ultime novità e alle sempre crescenti case editrici del panorama letterario. Le recensioni che tutti possono leggere sul mio blog è solo la punta dell'iceberg, il punto di arrivo del mio lavoro.
Stessa cosa può valere per tutti gli altri lavori che vengono svolti in remoto.

Ciò che però ho apprezzato nel video di questa ragazza è che mette al centro l'individuo, affermando che siano noi con le nostre scelte a cambiare la nostra vita. L'unico modo per farlo è credere in noi stessi e fare quello che ci dice il cuore anche se spesso lasciare un posto di lavoro, per quanto stressante e insoddisfacente sia, è molto difficile.

E voi? Cosa ne pensare? Condividete lo stile di vita descritto nel video oppure siete a favore di una vita più sicura ma sedentaria?

Nessun commento:

Posta un commento